Main »

Titolo cardinalizio

Titolo Cardinalizio Presbiterale di
Santa Maria Immacolata a Grottarossa

(Titulus Immaculatae Conceptionis Mariae ad Saxa Rubra)

Nella bolla pontificia “Purpuratis Patribus” del 3 maggio 1985, custodita nella nostra Parrocchia, il Santo Padre Giovanni Paolo II stabiliva: “eleviamo la chiesa dell’Immacolata Concezione di Maria a Saxa Rubra al rango di Titolo Cardinalizio Presbiterale” (templum Immaculatae Conceptionis Mariae ad Saxa Rubra ad gradum Cardinalicii Presbyterali Tituli evehimus).

Cardinale Titolare Henryk Roman GULBINOWICZ, dal 25/05/1985 al 16/11/2020

Il medesimo pontefice creò cardinale Sua Eminenza Card. Henryk Roman GULBINOWICZ, Arcivescovo Metropolita di Breslavia, nel concistoro del 25 maggio 1985 e gli conferì tale Titolo Cardinalizio, che ha mantenuto fino alla sua morte, il 16 novembre del 2020.

La nostra comunità, addolorata per la sua scomparsa e grata per i suoi 35 anni di servizio, lo affida al Signore nella preghiera.

Il nuovo Cardinale Titolare Wilton Daniel GREGORY, dal 28/11/2020

L’arcivescovo di Washington, Sua Eminenza Card. Wilton Daniel GREGORY, Gran Croce Ecclesiastica dell’Ordine di San Lazzaro di Gerusalemme, primo cardinale afro-americano nella storia della Chiesa degli Stati Uniti, il 28 novembre 2020 ha ricevuto dalle mani di Papa Francesco la berretta cardinalizia ed il Titolo Cardinalizio Presbiterale di Santa Maria Immacolata a Grottarossa.

Note biografiche del Card. Gregory dal sito dell'Osservatore Romano.

La nostra comunità parrocchiale, onorata di tale nomina, lo accoglie con gioia e lo accompagna con la preghiera, in attesa di potere celebrare la sua presa di possesso, probabilmente nell’autunno 2021, sperando che siano cessate le restrizioni causate dalla pandemia.

La bolla pontificia del Santo Padre Giovanni Paolo II
“Purpuratis Patribus” del 3 maggio 1985

Foto della Bolla, custodita nella nostra Parrocchia.

Testo originale in latino:

Ioannes Paulus Episcopus Servus Servorum Dei ad perpetuam rei memoriam.
Purpuratis Patribus assignandi cum haud iam sufficiant Cardinalicii Presbyterales Tituli, qui in Urbe eminent, cumque ideo oporteat ut novos, novis cooptatis Sanctae Romanae Ecclesiae Cardinalibus, creemus, Nobis est visum templum quoque Immaculatae Conceptionis Mariae ad Saxa Rubra ad eam dignitatem attolli posse: merito enim celebratur inter alias ecclesias Urbis.
Quapropter Decessorum Nostrorum vestigia secuti atque summa Apostolica usi potestate templum Immaculatae Conceptionis Mariae ad Saxa Rubra ad gradum Cardinalicii Presbyterali Tituli evehimus, datis iuribus privilegiisque, quae ad huiusmodi sacras aedas pertinent.
Mandamus praeterea ut hae Litterae Nostrae in cleri populique istius templi notitiam perveniant, perfectaeque rei documentum ad Congregationem pro Episcopis mittatur, de more signatum sigilloque impressum. Hanc vero Constitutionem nunc et in posterum efficacem esse foreque volumus, contrariis nihil obstantibus.
Datum Romae apud S. Petrum die tertio mensis Maii, anno Domini millesimo nongentesimo octogesimo quinto, Pontificatus Nostri septimo.

Traduzione in italiano:

Giovanni Paolo Vescovo, Servo dei Servi di Dio, a perpetuo ricordo del fatto.
Poiché ormai non sono sufficienti per assegnarli ai Cardinali i Titoli Cardinalizi Presbiterali presenti a Roma e poiché dunque, essendo stati cooptati nuovi Cardinali di Santa Romana Chiesa, è necessario che ne creiamo di nuovi, abbiamo deciso che anche la chiesa dell’Immacolata Concezione di Maria a Saxa Rubra possa essere innalzata a tale dignità: meritatamente, infatti, è nota fra le altre chiese di Roma.
Perciò, seguendo le orme dei Nostri Predecessori ed esercitando la somma potestà apostolica, eleviamo la chiesa dell’Immacolata Concezione di Maria a Saxa Rubra al rango di Titolo Cardinalizio Presbiterale, concessi i diritti e i previlegi che spettano ai sacri edifici di questo tipo.
Ordiniamo inoltre che questa nostra lettera giunga a conoscenza del clero e del popolo di questa chiesa e che la documentazione dell’avvenuto fatto sia inviata alla Congregazione per i Vescovi, firmata secondo l’uso e sigillata.
Invero vogliamo che questa Costituzione sia efficace ora e in futuro, non opponendovisi in nulla alcuna cosa contraria.
Dato a Roma presso San Pietro il giorno tre del mese di maggio, nell’anno del Signore 1985, settimo del nostro Pontificato.

Ultimo aggiornamento: 15/01/2021 ore 23:00 CET